Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.
Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.
Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.
Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.
Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.
E poi, andare dove?
Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.
Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.
Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.
Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.
Questo è quello che facciamo, ogni giorno.

Fratel Beppe Gaido

lunedì 11 settembre 2017

Grazie di cuore

Con sentimenti di infinita riconoscenza abbiamo ricevuto un pacco con importanti donazione per l'ospedale di Chaaria da parte di Tiziana Beltrami, del Ristorante Karen Blixen di Malindi e di tutti gli amici che hanno aderito all'iniziativa di raccolta farmaci e materiale sanitario per Chaaria.

Particolarmente ringraziamo il Dr Angelo Luddi e la moglie Barbara Zacchi che si sono fatti promotori di un'iniziativa di raccolta fondi che ha permesso l'acquisto di preziosi medicinali, di fili di sutura per la sala operatoria, di cotone ed altro materiale sanitario, di strumenti chirurgici (incluso un martello da chirurgia ortopedica), oltre ad un prezioso girello che abbiamo gia' destinato al reparto di fisioterapia.
Ringraziamo anche coloro che hanno voluto donare vestitini per i nostri piccoli orfani.
Il pacco e' arrivato a Meru in ottime condizioni ed e' stato ritirato dal nostro autista.
Il Signore benedica i nostri benefattori e li ricompensi per tutto il bene che fanno per noi.
Grazie di cuore a tutti voi, amici di Malindi!

Fr Beppe

Nessun commento:


Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


Guarda il video....