Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


giovedì 18 maggio 2017

Finita maratona oculistica

Anche questa volta è andata!
Il gruppo di Tenwek è ripartito oggi, riportandosi via microscopio e tutta l'apparecchiatura chirurgica.
Anche quest'anno sono stati fatti parecchi interventi chirurgici, e non solo di cataratta. Ci sono state anche enucleazioni di bulbi oculari dopo trauma.
Gli interventi sono andati tutti bene e nessuno è stato trattenuto per complicazioni.
Tutti gli operati avranno la visita di controllo il prossimo mese quando verrà Murithi, il nostro oculista.
Tutti sono stati operati il giorno stesso del loro arrivo e dimessi l'indomani mattina dopo la medicazione e la visita di controllo...nessuna attesa quindi, e permanenza in ospedale brevissima!
Il team oculistico si è anche dedicato allo screening della vista in modo assolutamente gratuito, e sono stati visitati centinaia di pazienti, incluse anche tutte le scuole del circondario.
Sono state offerte visite oculistiche per problemi non chirurgici: sono stati forniti occhiali e terapie a prezzi estremamente simbolici.
Questo grande sforzo oculistico è stato possibile solo grazie alla generosità dei nostri benefattori, perchè onestamente è un esercizio molto costoso: oltre al pagamento dell'oculista e di ogni intervento eseguito, abbiamo dovuto sostenere ingenti spese per l'onorario dell'extrastaff che è stato coinvolto, sia da Tenwek che da Chaaria.


Sono infatti parecchi i nostri dipendenti che hanno collaborato nei loro giorni di riposo, ed a cui ovviamente paghiamo gli straordinari.
Erano a nostro carico anche vitto, alloggio e spese di viaggio per gli 8 membri dello staff oculistico proveniente da Tenwek.
A conclusione di questa esperienza faticosa, possiamo davvero ringraziare il Signore ed i benefattori perchè non abbiamo mandato via nessuno: tutti sono stati visti, curati od operati.
Non sappiamo ancora quando organizzeremo un'altra settimana chirurgica per l'oculistica. Il team di Tenwek è disponibile a tornare anche in dicembre: noi però valuteremo i nostri fondi, le nostre forze e soprattutto la richiesta chirurgica nella nostra popolazione con problemi di vista.
Grazie ancora a coloro che hanno reso possibile con le loro offerte questo nostro sogno che si realizza per la seconda volta.
Siamo certi che non c'è il due senza il tre.
Ora è solo questione di organizzare bene quando e come ripetere la maratona chirurgica per l'oculistica...e, siccome Chaaria è sempre vorticosa, domani iniziamo una nuova maratona (quella ortopedica), perchè arriva il Dr Luciano Cara.

Fr Beppe e Fr Giancarlo






Nessun commento:

Guarda il video....